X-Wing-Miniature-logo-ITA

 

Il Gioconauta pubblica oggi un lungo articolo sulla Starfighters ITALIA, la community italiana di Star Wars: X-Wing TMe ArmadaTM, a cura di Filippo Bosi e Simone Mancuso. Per i nostri lettori molti dei concetti espressi nell’articolo sono già noti, ma comunque rappresenta un ottimo approfondimento per chi si avvicina per la prima volta al circuito torneistico di X-Wing (o in futuro lo farà per Armada) e per tutti quegli appassionati che hanno sentito parlare dei due giochi, ma non li hanno mai provati e ne sono incuriositi.

Pubblichiamo l’introduzione dell’articolo, rimandando all’originale (clikkare qui) per la lettura completa.

 

starfighers-ITALIA

 

 

“Visto? E questo è niente. Ma è così che tutto inizia sempre: dal molto piccolo”

Grosso Guaio a Chinatown – J. Carpenter – 1986

 

Ci siamo permessi di iniziare con una citazione cinematografica questa veloce esplorazione nel mondo del Gioco Organizzato di X-Wing, il Gioco di Miniature (d’ora in avanti X-Wing) perché racchiude in se l’essenza del concetto che tenteremo di dipanare in queste righe, spero poco noiose. Il sistema di gioco è assimilabile ad un altro titolo di schermaglia aerea Wings of Glory (un tempo noto al pubblico come Wings of War) ed entrambi condividono un comune progenitore: il mitico Blue Max.

 

X-Wing, GdM ha richiamato a se molti appassionati (attirati indubbiamente dall’ambientazione di Star Wars, un universo multimediale, che non conosce limiti e confini) di giochi di schermaglie  e di miniature poiché, e non ci sono dubbi su questo, possiede molti più punti di contatto con le simulazioni tridimensionali, care agli appassionati di Warhammer, che non con gli altri boardgames.

 

Riassumerò con una sorta di rapida checklist  i punti forza del gioco:

 

  • Modelli in scala predipinti e qualitativamente superiori a giochi con componenti simili (ad esempio Heroclix);
  • Righelli per la misurazione del movimento e della gittata, il sistema di gioco è impostato su una serie di rapporti dimensionali ben precisi ed è molto difficile che ci siano misurazioni “approssimative” che incidono sull’esito della partita;
  • Sistema di combattimento con dadi (tipico dei wargames);
  • Squad-Building, ovvero customizzazione della propria squadriglia con la possibilità di creare combinazioni e situazioni di gioco sempre nuove grazie a Piloti Unici e Migliorie (Abilità, Armi secondarie, Equipaggio);
  • Sistema di Bilanciamento mediante Punti Squadriglia (ricordano Punti Esercito di Warhammer) che costituisce un determinante elemento tattico;
  • Diverse modalità di gioco: Dogfight, Cinematic (Missioni), Epic (con l’impiego delle navi “Enormi”) ed Escalation (in cui la squadriglia cresce di partita in partita);
  • Durata della partita variabile in base al formato o alla modalità di gioco scelto.

 

 

AddThis Social Bookmark Button
English (UK)italiano
Copyright © 2017 Giochi da tavolo. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.